Rolando Rovati | Letizia Lanzarotti
185
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-185,page-child,parent-pageid-155,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Letizia Lanzarotti

Art Museum- EA Editore 2012

D’incredibile impatto emotivo, le opere dell’artista sembrano derivare da un elevato talento e una predisposizione per la figurazione della realtà. Esse colgono il senso dell’astratto attraverso un originale segno grafico, plasmato dal Maestro come segno personale e riconoscibile anche grazie alle tinte utilizzate nell’intera produzione. Talvolta la composizione è libera e complessa, riempie la superficie intera, come se continuasse all’infinito, talvolta si tratta di un cuore pulsante, graficamente identificabile, e le linee convergono al centro per esaltare tutta la grinta con cui sembra uscire dalla tela, per mutare in simbolo impresso nell’inconscio collettivo.

Letizia Lanzarotti

è il quadro stesso che pone le sue condizioni, che dà suggerimenti